Comfort ambientale

Migliori climatizzatori a muro smart per 50m2

Qual è il miglior climatizzatore presente sul mercato? È una domanda piuttosto complessa, perché entrano in gioco diversi fattori, e soprattutto, ci sono molti marchi che offrono tecnologie molto variegate, con parametri che bisogna conoscere per fare una scelta informata. 

Per acquistare il climatizzatore a muro che fa per noi dobbiamo fare una serie di considerazioni. 

Ecco un elenco di cosa tenere presente:

  1. La metratura del luogo di destinazione del climatizzatore
  2. I fattori ambientali esterni
  3. Pompa di calore e inverter
  4. La potenza espressa in BTU
  5. Gli indici SEER e SCOP (ovvero le prestazioni)
  6. Il consumo in kWh
  7. Se vanno ad implementare o meno un già esistente impianto di riscaldamento

I climatizzatori a muro moderni sono dotati di tecnologie che gli permettono di lavorare in autonomia in inverno, e di raggiungere ottimi livelli di raffrescamento in estate. 

In un recente articolo, abbiamo parlato di quale sia il metodo migliore per riscaldare un ambiente di 50m2. Il climatizzatore a pompa di calore a muro è senz’altro la soluzione più efficace e definitiva. 

Vi sono anche altre soluzioni che possono servire nel caso in cui si abbia la necessità di riscaldare spazi più piccoli o compartimentati, come i climatizzatori a pompa di calore portatili, di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Prima di vedere quali sono i modelli che abbiamo scelto, tenendo conto di diverse esigenze, vediamo di fare il punto sulle loro caratteristiche fondamentali e su quali sono i termini di paragone principali.

Tecnologia: pompa di calore e inverter

I moderni climatizzatori per riscaldare e raffreddare sono dotati di una pompa di calore, che, senza scendere nel dettaglio, utilizza dei gas refrigeranti che permettono di sfruttare l’aria calda o fredda per invertire il flusso termico, e generare calore in inverno e fresco in estate. 

Le pompe di calore sono estremamente convenienti in termini di consumi e impatto ambientale, per questo motivo godono anche di incentivi e sgravi destinati a chi volesse acquistarne una. 

Un altro aspetto tecnologico di cui sentirete parlare è la tecnologia DC inverter. Rispetto ai climatizzatori della generazione precedente che erano dotati solo di una modalità on/off, i moderni climatizzatori sfruttano la tecnologia inverter per lavorare al minimo quando l’ambiente raggiunge la temperatura desiderata. 

Questo si converte in un notevole risparmio in termini di consumi, dal momento che, essendo dotati di sensori per il controllo della temperatura, riescono a entrare in modalità soft in completa autonomia.  

BTU: quanto è potente il climatizzatore?

BTU è l’acronimo di British Thermal Unit. Serve per capire quanto è potente il condizionatore che stiamo valutando. In sostanza, quanti metri quadri può soddisfare. 

Per capire quanti metri quadri possono coprire i BTU nominali di un climatizzatore, occorre dividere il numero di BTU per il coefficiente di scambio termico fisso K, che corrisponde a 340. 

Quindi, un climatizzatore da 12000 BTU, potrà servire una stanza di 35m2 al massimo. Questo ci da un idea di quanto potente debba essere un climatizzatore per coprire l’area che ci interessa. 

Ma per capire quanto poi sarà in grado di riscaldare o raffrescare l’ambiente abbiamo bisogno di altri due indicatori: il SEER e lo SCOP. 

SEER e SCOP: quanto è efficiente il climatizzatore?

Oltre alla potenza in BTU, due fattori da tenere presenti quando si valuta un climatizzatore sono il SEER e lo SCOP. Più che la potenza, questi due parametri ci danno un’idea dell’efficienza del climatizzatore. 

Il SEER (Seasonal Energy Efficiency Ratio) fa riferimento alla stagione estiva, quindi alla capacità di raffrescamento dell’ambiente. Mentre lo SCOP (Seasonal Coefficient of Performance) indica la capacità di riscaldare un ambiente. 

In generale i valori SEER e SCOP sono direttamente collegati alla classe energetica, ma trattandosi di un range indicativo, i valori possono essere diversi anche all’interno della stessa classe. 

Per la classe A+++, dovremo aspettarci un SEER di circa 8,50 e uno SCOP di 5,10. 

I valori SEER e SCOP, sono calcolati tenendo in considerazione i consumi stagionali, ecco perché ci danno un’idea più precisa rispetto ai BTU, che fanno riferimento più alla potenza che alle prestazioni. 

I modelli presi in considerazione

Tutti i climatizzatori che vedremo a seguire sono dotati di pompa di calore e inverter. Abbiamo scelto dei climatizzatori con potenze diverse, per vedere come orientarsi su ciascuna fascia di prezzo. Solo l’ultimo modello non è in grado di connettersi al Wi-Fi, mentre i primi tre sono tutti controllabili da remoto con app dedicate. 

Ecco i migliori climatizzatori a muro con pompa di calore: 

  • Ariston Prios – il più potente in rapporto al prezzo
  • Daikin Emura – Il top di gamma
  • Daikin Serie Siesta – il migliore per qualità e prezzo
  • Hisense Easy Smart – il più economico

Prima di vedere i modelli presentati, va aggiunto che ai costi per l’apparecchiatura bisogna sempre sommare i costi di installazione. Questa tipologia di prodotti infatti, necessita l’installazione da parte di un professionista, e i prezzi possono andare da 250 a 350 €. 

Inoltre, acquistando su Amazon si può approfittare di ottimi prezzi e di garanzie davvero vantaggiose. Ma bisogna sempre assicurarsi che i prodotti acquistati abbiano un servizio clienti presente sul proprio territorio. 

I quattro climatizzatori presentati di seguito, hanno servizi di assistenza presenti su tutto il territorio Italiano. 

I più venduti

Ariston Prios 9+12 – Il più potente in rapporto al prezzo

In termini di potenza e prezzo, l’Ariston Prios dual split è molto difficile da battere. Anche se l’Ariston non arriva ai livelli dei migliori Daikin o Mitsubishi in termini di efficienza, questo modello di classe energetica A++ non ha molto da invidiare ai concorrenti. 

Il design è pulito e moderno, piuttosto in linea con i climatizzatori di ultima generazione. Essendo dual split è dotato di un’unità esterna e di due unità interne molto gradevoli a vedersi. 

Caratteristiche generali

Partiamo dalla potenza: l’Ariston Prios, trattandosi di un dual split, si presenta con 9000 + 12000 BTU di potenza, questo significa che lavorando al massimo può efficacemente raffrescare o riscaldare un ambiente di 65m2

Essendo dotato di due unità interne, può essere disposto in due stanze diverse, cosa che lo rende adatto sia alle abitazioni, tipicamente più compartimentate, che agli uffici, dove magari può essere disposto ai due lati di una stanza molto ampia. 

In quanto a rumorosità le unità interne dei climatizzatori Ariston si muovono in un range che va dai 22 ai 50 dB, che corrisponde più o meno al rumore che fa una conversazione. Non troppo alto quindi, ma comunque non paragonabile ai concorrenti nella fascia top. 

Consumi e resa

In base alla classe energetica, possiamo aspettarci un consumo di 321 kWh annui. L’Ariston Prios ha una classe energetica di A++ in raffreddamento e A+++ in riscaldamento. Questo fa del Prios un climatizzatore particolarmente adatto per chi è più incline ad acquistare l’apparecchio pensando alla stagione invernale.

Senza nulla togliere alla capacità di raffrescamento, che si attesta comunque a un livello molto buono, soprattutto considerando la fascia di prezzo e la potenza del dual split. 

Il SEER, quindi il valore che fa riferimento alla capacità di raffrescamento è 5.60, non paragonabile ai livelli di un Daikin, sebbene vada considerata anche la notevole differenza di prezzo. 

Lo SCOP, il valore per l’efficienza in riscaldamento, si attesta sui 3,80. Anche qui non si avvicina molto al Daikin, ma è un valore comunque alto, e vale lo stesso discorso fatto sul SEER e la differenza di prezzo. 

Performance buone, che non raggiungono il top di gamma. L’Ariston Prios è comunque impareggiabile per il rapporto che riesce a raggiungere tra prezzo e potenza. Infatti, volendo scegliere un Daikin da 9+12 BTU sarà probabilmente necessario almeno raddoppiare il prezzo. 

Connettività

Per quanto riguarda la connettività vanno apprezzati gli sforzi che sta facendo l’Ariston per tenere il passo con i tempi che cambiano. Come molte grandi aziende specializzate nello sviluppo di hardware però, deve fare ancora molta strada nel mondo dei software. 

Sia nell’app store di Apple che su Google Play, l’app ha un voto di 2 su 5. Vi sono anche molti utenti soddisfatti dell’app in generale, ma che lamentano piccoli difetti o caratteristiche poco user friendly (come il numero di serie per identificare le varie macchine connesse, invece che il nome del modello). 

Speriamo di vedere degli aggiornamenti in questo dipartimento, perché quello della connettività è forse l’unico problema di questo climatizzatore, che comunque non va ad intaccare il funzionamento generale per quanto riguarda il raffrescamento e il riscaldamento. 


Daikin Emura – Il top di gamma

In cima alla classifica non può non esserci un climatizzatore Daikin. La Daikin è l’azienda giapponese pioniera nel mondo dei climatizzatori, e da sempre produce apparecchi che si distinguono per tre motivi: 

  1. Consumi
  2. Resa 
  3. Silenziosità

Il Daikin Emura si presenta con il caratteristico design convesso dei climatizzatori Daikin, è bianco e non disponibile in altri colori. 

È dotato di un sistema di filtraggio per la purificazione dell’aria. Grazie alla tecnologia Intelligent Eye riesce a percepire la presenza di persone all’interno della stanza, deviando il getto d’aria o abbassandone l’intensità quando non serve. Caratteristica che sommandosi all’Inverter lo rende davvero intelligente. 

Caratteristiche generali

Il modello preso in considerazione è quello da 12000 BTU di potenza. Trattandosi di un monosplit, è in grado di lavorare in una sola stanza, e la metratura massima per un clima da 12000 BTU è 35m2. Tuttavia, vista l’efficienza di questo climatizzatore in termini di resa, ci si può aspettare anche qualcosa di più rispetto alla concorrenza di pari livello. 

È dotato di telecomando, e predisposizione alla connessione Wi-Fi. 

La rumorosità del Daikin Emura resta ad oggi imbattuta, almeno per i climatizzatori di pari livello. L’unità interna lavora a 20 dB (il ticchettio di un orologio), mentre quella esterna tocca punte di 40 dB, valore addirittura inferiore alle unità interne di altri marchi. 

Consumi e resa

Essendo di classe energetica A+++ in raffreddamento e A++ in riscaldamento ci si può aspettare un consumo di 162 kWh annui pensati per l’estate, e 300kWh annui pensati per l’inverno. Una performance davvero al top di gamma se si considera la resa in SEER e SCOP. 

Infatti il SEER di questo modello raggiunge i 7,41. Superato solo da modelli della stessa marca più potenti. 

Lo SCOP, al pari del SEER, è tra i migliori con 4,60. Quasi un’unità in più rispetto all’Ariston, che non è poco in una scala che va da 3 a 6. 

Sia in raffrescamento che in riscaldamento dunque, il Daikin Emura raggiunge veramente il massimo rapportato ai consumi e alla potenza. Il prezzo non è certo contenuto, ma considerando l’efficienza, non è neanche fuori misura. 

Connettività

Con più di 2000 recensioni, l’app Daikin Online Control si è conquistata 3 stelle su cinque tra gli utenti Android. Non male per il mercato dei climatizzatori. Se rapportata all’app di Ariston ferma a 2 e quella Mitsubishi a 2,4, è un risultato notevole. 

Ancora più interessante se si considera il numero di recensioni, in numero molto minore sia per Ariston che Mitsubishi. 

Quanto a comandi vocali, non supporta né Google home né Siri, e tantomeno Alexa. 

Sull’app store di Apple, si è qualificata più in basso, con un numero più alto di recensioni negative, anche se le più recenti hanno evidenziato la risoluzione di alcuni bug grazie agli ultimi aggiornamenti. 

Resta ancora incompleta se si considera la quantità di funzioni attivabili da telecomando.


Daikin Serie Siesta – Qualità prezzo

Il Daikin della serie siesta da 9000 BTU non ha rivali sul mercato per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo. Con meno di 500 € infatti è possibile acquistare un prodotto del marchio top di gamma, rinunciando a un livello di classe energetica rispetto alla linea Emura, ma conservando i vantaggi di affidarsi alla Daikin. 

Il design è classico ed essenziale, pensato per adattarsi in tutti gli ambienti. È possibile connetterlo alla Wi-Fi di casa. 

Caratteristiche generali

Il modello preso in considerazione da 9000 BTU è adatto per lavorare in un ambiente di 26 m2. Va detto che, trattandosi di un Daikin ci si possono aspettare anche prestazioni migliori. 

Se si ha necessità di un climatizzatore che lavori su una superficie di queste dimensioni, è davvero difficile trovare un apparecchio di pari livello. 

Il suo diretto concorrente, il Mitsubishi Electric da 9000 BTU, con un prezzo di poco superiore, si classifica con una classe energetica inferiore al Daikin, e non offre la possibilità di connettere il dispositivo al Wi-Fi di casa. 

In quanto a rumorosità, non riesce a mantenere i livelli della linea Emura, arrivando arrivando a un massimo di 54dB, quindi nello stesso range dell’Ariston, e dell’Hisense preso in considerazione più avanti. 

Consumi e resa

Il Daikin Serie Siesta ha un consumo annuo di circa 500 kWh, in linea con la classe energetica assegnatagli, che è A++ in raffreddamento e A+ in riscaldamento. Leggermente minore rispetto alla linea Emura, ma comunque superiore a quella del Mitsubishi di cui abbiamo parlato più su. 

In funzione raffrescamento, il Serie Siesta ha un SEER di 6,1. Mentre nella funzione riscaldamento arriva a 3,55. Ancora un buon risultato se si considera la fascia di prezzo e il fatto che la Daikin produce i condizionatori migliori presenti sul mercato. 

Connettività

Per quanto riguarda la connettività, valgono le stesse cose dette per l’Emura, dal momento che condividono la stessa app. 

Quello che va notato però, è che ancora una volta la Daikin si sforza di fornire un climatizzatore in una fascia di prezzo molto contenuta, senza però togliere caratteristiche che possano migliorare di molto l’esperienza dell’utente. 

Infatti, come abbiamo già notato, altri grandi marchi, tendono a non abilitare le opzioni di connettività per le linee meno prestigiose dei loro prodotti. 

Con il Serie Siesta quindi potrete acquistare un prodotto di un ottimo marchio, senza rinunciare praticamente a nessuna caratteristica fondamentale. 


Hisense Easy smart – il più economico

Dalla Cina arriva il climatizzatore Hisense Easy Smart con 12000 BTU di potenza. Per chi vuole risparmiare è sicuramente uno dei prodotti migliori, dal momento che pur presentandosi con un prezzo contenuto, riunisce tutte le caratteristiche di un climatizzatore di alto livello. 

Il design è molto semplice, più squadrato rispetto agli altri modelli presi in considerazione, ma comunque molto gradevole con le sue superfici satinate. 

Purtroppo non ha opzioni di connettività, ma a questo prezzo è davvero difficile trovare un climatizzatore a pompa di calore inverter che abbia questa opzione. 

Caratteristiche generali

Come già detto è dotato di tecnologia DC inverter per lavorare al minimo quando è in temperatura. Con 12000 BTU di potenza riesce a lavorare su una superficie di 35m2. È dotato di pompa di calore, e utilizza come gas refrigerante l’R32, il più efficiente e con l’impatto ambientale più basso. Tutte questo fa sì che nonostante il prezzo, non abbia nulla a suo svantaggio, almeno in termini di componenti. 

Inoltre si è conquistato la posizione di prodotto più venduto su Amazon con più di 370 recensioni e un voto di 4,5. Davvero notevole come risultato, vista l’abbondanza di opzioni disponibili sul mercato, anche sulla stessa fascia di prezzo e pari potenza. 

Come rumorosità si ferma a un massimo di 50dB, come il Daikin Serie Siesta, ma quando lavora al minimo non raggiunge livelli altrettanto buoni. 

Consumi e resa

L’Hisense Easy Smart è per classe energetica e consumi medi praticamente uguale al Daikin Serie Siesta: classe A++ in raffreddamento e classe A+ in riscaldamento. Per questo motivo, in linea teorica è necessario aspettarsi consumi annui simili, ovvero intorno 500 kWh. 

La differenza però con il Daikin Serie Siesta sta nella resa in SEER e SCOP. 

L’Easy Smart ha un SEER di 6,1 e uno SCOP di 3,55. Quasi un unità inferiore rispetto al Daikin sulla stessa fascia di prezzo. Va ricordato però che l’Easy Smart, fornisce questi valori in rapporto a una superficie superiore di 10m2 e a un prezzo molto inferiore. 

In questo senso non sarebbe assurdo domandarsi se in una stanza di 25m2, l’Hisense da 12000 BTU non possa avere una performance superiore a quella del Serie Siesta della Daikin. 

In ogni caso i valori SCOP e SEER non sono affatto bassi in senso assoluto, e fanno dell’Hisense un ottimo prodotto. 

Connettività

Purtroppo l’Easy Smart non offre opzioni di connettività smart. Altri modelli dello stesso marchio su fasce di prezzo superiore sono dotate di connessione Wi-Fi e app dedicate, e speriamo che con la presenza sempre maggiore di dispositivi intelligenti sul mercato, anche queste fasce di prezzo ricevano l’attenzione che meritano. 

Offerta
Climatizzatore Hisense Easy smart 12000 Btu A++ R32 CA35YR01G
  • Condizionatore Climatizzatore Inverter
  • Tecnologia DC Inverter; Gas ecologico R32
  • Pompa di calore + Deumidificatore / Riscaldamento e Raffreddamento

Riassumendo… 

Come abbiamo visto, è possibile scegliere tra diversi modelli che hanno più o meno caratteristiche simili, ma possono variare molto in termini di costi ed efficienza, e, non meno importante, metratura coperta. 

Per superfici molto ampie, il miglior rapporto tra potenza e prezzo è quello offerto dai climatizzatori Ariston dual split. Abbiamo analizzato le prestazioni del Prios 9+12, ma su amazon sono disponibili anche la versione 9+9 e la versione 12+12. Vi consigliamo quindi di scegliere anche in base alla vostra esigenza nello specifico, che in questo caso fa riferimento ai metri quadri. 

Se si vuole andare verso il top di gamma, sicuramente il Daikin Emura da 12000 BTU è una scelta davvero ottima a un prezzo non contenuto, ma in linea con le prestazioni. 

Orbitando sempre intorno a questo marchio, si può scendere a livello di classe energetica e orientarsi su un Daikin Serie Siesta, un ottimo climatizzatore, che offre un prezzo molto vantaggioso

Per chi invece volesse fare una scelta al risparmio, il climatizzatore Hisense Easy Smart, è un’ottima opzione, garantita anche dalla quantità di persone che hanno già comprato questo apparecchio, e dal numero di recensioni positive, che possono testimoniare per l’efficacia dichiarata dalla ditta. 

Insomma, c’è molto da considerare, e molto tra cui scegliere. 

Tabella riassuntiva

ModelloPotenza BTUSEER / SCOPMetraturaClasse energeticaRumorosità dBConnettivitàPrezzo di listino
Ariston Prios9+12000 5.60 /3.8065 m2 +A++ / A+++22 – 50Ariston Clima839 €
Daikin Emura120007,41 /4,6035 m2A+++/A++20Daikin Online Controller1399 €
Daikin Serie Siesta90006.74 / 4.4126 m2A++/A+20 – 54Daikin Online Controller440 €
Hisense Easy smart120006,1 / 3,5535 M2A++ / A+47/54359 €