News

Lo standard per la casa smart Matter non arriverà prima dell’autunno 2022

La Connectivity Standards Alliance (CSA), che include Apple, Samsung, Google, Amazon e altri, ha annunciato oggi che il lancio del nuovo standard per la casa smart “Matter” è stato posticipato fino all’autunno del 2022 (tramite The Verge).

Matter ha l’obiettivo di unificare e semplificare l’ecosistema della casa intelligente con un nuovo standard interoperabile. Annunciato nel 2019 come Project CHiP (Project Connected Home over IP), Matter è una connettività unificata basata su IP che mira a offrire un protocollo universale standard agli sviluppatori per creare dispositivi Internet of Things. L’Alleanza in precedenza aveva cercato di rilasciare lo standard alla fine del 2020. Questo è stato poi posticipato alla seconda metà del 2021, prima di essere nuovamente ritardato fino all’estate 2022. Ora è stato posticipato fino all’autunno del 2022.

Il ritardo è necessario per finalizzare il kit di sviluppo software (SDK) che i produttori di dispositivi utilizzeranno per incorporare i loro prodotti nell’ecosistema Matter. Il CSA sta lavorando per migliorare l’SDK in modo che funzioni senza problemi su un gran numero di piattaforme che stanno adottando Matter, assicurando che ci sia fiducia a lungo termine nello standard.

La tempistica aggiornata suggerisce che i dispositivi certificati Matter potrebbero ancora essere lanciati sul mercato quest’anno, con 130 dispositivi in 15 categorie di 50 aziende che faranno parte del primo lancio. Le aziende che non sono ancora iscritte alla fase iniziale potrebbero dover attendere la fine del 2022 o l’inizio del 2023 per iniziare i test.

Una moltitudine di produttori di accessori per la casa intelligente si sono iscritti per adottare Matter, tra cui Amazon, ASSA ABLOY, Comcast, Espressif Systems, Eve Systems, Grundfos Holding A/S, Huawei, Infineon Technologies, LEEDARSON, Legrand, Nanoleaf e altri.

Fonte