Giardino

Tagliaerba robot: cosa sono e come funzionano

La prima volta li avrai sicuramente visti con stupore in qualche film americano, ma i robot tagliaerba sono oramai una realtà diffusa anche in Italia: utilizzati inizialmente per curare campi da golf, campi sportivi e parchi, stanno lentamente facendo la loro comparsa anche a livello urbano. Capita sempre più spesso di vedere un robot tosaerba all’opera in un piccolo giardino privato.

Se hai una zona verde da curare, probabilmente ti sarai domandato quanto sia conveniente ed efficiente un robot tosaerba: dopo tutto, i ritmi di oggi rendono difficile per tutti trovare il tempo per tagliare il prato con costanza.

I robot tosaerba attualmente sul mercato sono un’ottima soluzione per chi desidera mantenere il giardino sempre in ordine senza doversi preoccupare (quasi) di nulla. I robot tagliaerba hanno raggiunto un ottimo livello tecnologico, che permette loro di lavorare in completa autonomia.

Se hai qualche soldo da investire e uno spazio verde a cui tieni, questo articolo ti aiuterà a capire cosa è e come funziona un robot tosaerba.

Come è fatto un robot tagliaerba

I robot tagliaerba non sono tutti uguali, ma possiedono caratteristiche molto simili che li accomunano nel funzionamento e negli attributi.

Resistenza

Innanzi tutto sono resistenti alle intemperie, alle condizioni metereologiche svantaggiose: certo, non potrai lasciarli sotto la pioggia per giorni e giorni, ma non dovrai nemmeno preoccuparti se dovessero bagnarsi una volta ogni tanto.

Non allarmarti per eventuali guasti causati da umidità o calore: un buon robot tosaerba è in grado di sopportare il brutto tempo senza rovinarsi.

Movimento

Il movimento dei robot è regolato da sensori che gli permettono di interagire con l’ambiente circostante. Questi sensori integrati aiutano il robot a gestire il percorso: i modelli più comuni percorrono il giardino in modo casuale, in una passeggiata “random” che alla fine li porta a coprire l’intera superficie.

I più evoluti, al contrario, hanno una sorta di “memoria” integrata, che li aiuta a dirigersi in modo strategico e ricordare gli spazi già trattati. La maggioranza dei robot è oramai ricaricabile, poco ingombrante e programmabile secondo le tue esigenze.

Sensori e sicurezza

Tutti i robot tosaerba dispongono di un sensore anti-sollevamento e di un sensore anti-ribaltamento: grazie a questi sensori, quando il robot “sente” di avere solo due ruote su quattro a contatto col terreno si blocca e blocca anche le proprie lame.

Una delle principali preoccupazioni riguardo ai robot tosaerba riguarda la proprio la loro sicurezza, specie con bambini ed animali. Probabilmente ti chiederai se il robot possa ferire tuo figlio o il tuo amico a quattro zampe. Da questo punto di vista, puoi stare tranquillo: come abbiamo spiegato in questo articolo, i robot oggi in commercio utilizzano una lunga serie di accorgimenti per risultare assolutamente inoffensivi.

Falciatura

A proposito di lame, dobbiamo subito chiarire che la falciatrice e il robot tosaerba non utilizzano la medesima tipologia: un tosaerba classico ne ha una soltanto, non troppo affilata, che strappa e recide l’erba.

Al contrario, i robot basano il loro lavoro sull’efficienza e sulla precisione col minimo sforzo; le macchine in commercio possono montare due tipi di lame, le lame pivottanti e le lame rigide.

Le lame pivottanti sono piccole, affilatissime e si ritirano quando incorrono in un ostacolo troppo duro. Le lame fisse, al contrario, oppongono una maggiore forza e sono genericamente più rumorose.

Come funziona un robot tagliaerba

I robot tosaerba sono macchine metodiche: si attivano quotidianamente, o comunque a cadenza molto ravvicinata, per eliminare qualche millimetro d’erba alla volta (2-3 mm).

L’operazione è assai più efficiente di un taglio mensile con le classiche falciatrici, sia a livello di ordine generale del giardino, sia per quanto riguarda la salute stessa dell’erba: la manutenzione sporadica, infatti, lascia ingenti quantità di “rifiuti” vegetali sparsi sull’erba viva, una massa che può infastidire la crescita del vostro prato.

Al contrario, i tosaerba robot, intervenendo spesso distribuiscono sulla superficie trattata la tosatura sminuzzata in corpuscoli, affinché diventi un utile concime invece che un inutile rifiuto.

Il funzionamento di un tosaerba robot è quindi molto semplice e intuitivo. I modelli attualmente in commercio possono essere facilmente programmati da display integrato (nel robot stesso o sulla piattaforma di ricarica) e ti forniscono almeno due lunghezze di taglio: estiva ed invernale. Il robot tagliaerba agisce in totale autonomia, basta fare qualche operazione preparatoria per garantire una rasatura ottimale e senza problemi.

Come installare un robot tagliaerba

Operazioni preliminari

Per agevolare il lavoro del robot è necessario rimuovere tutti i piccoli e fastidiosi impedimenti in cui si potrebbe imbattere: sassi, rami secchi, giocattoli, fili, eccetera.

Il robot è in grado di muoversi facilmente schivando gli ostacoli più grandi ma bisogna sgomberargli la strada da potenziali minacce al suo lavoro; si tratta delle stesse accortezze che avreste con un robot aspirapolvere.

I robot tagliaerba necessitano di qualche piccola e rapida messa a punto. Innanzi tutto, dovrete predisporre la postazione di ricarica dove il vostro robot andrà a rifornirsi di energia.

La base va posizionata vicino ad una presa di corrente, preferibilmente al riparo dai raggi diretti del sole e dalle intemperie. Lo spazio ideale sarebbe sotto una tettoria o un portico, ma potete anche approntare una piccola protezione appositamente per il robot.

Robot con filo perimetrale e senza filo perimetrale

  • Alcuni modelli di robot tagliaerba hanno bisogno di un filo perimetrale per funzionare; di cosa si tratta? Per delimitare l’area di lavoro della macchina, dovrete installare un apposito cavo che la circoscriva. In questo modo, potrete anche proteggere dal passaggio del robot le aree delicate (coma aiuole fiorite). Il cavo può essere anche interrato per ragioni estetiche, se non volete che rovini l’aspetto del vostro prato.
    In ogni caso, sia i robot con filo che quelli senza filo sono molto semplici da installare.
  • I robot che non prevedono un cavo perimetrale si regolano in base ad un laser evoluto, che interagisce con lo spazio circostante e li aiuta a “conoscere” l’ambiente in cui si muovono. Altre tipologie di sensori prevedono l’utilizzo del gps, di tecnologie avanzate di mappatura del terreno o degli ultrasuoni.

Robot tagliaerba: come sceglierlo

Come avrai capito, esistono molte tipologie di robot tagliaerba che condividono il funzionamento generale. Ci sono però dei particolari che li differenziano e questi particolari possono essere molto rilevanti nella scelta del tuo modello ideale.

La prima differenza – come abbiamo già visto – è tra robot col filo perimetrale e senza filo perimetrale. Solitamente, i robot con filo sono più economici di quelli senza filo, ma questa regola generale ha comunque delle eccezioni quando si tratta di marchi importanti.

A livello di funzionalità la decisione si basa su alcuni semplici fattori. Se hai un giardino pieno di aiuole fiorite non recintate o aree delicate che desideri tenere al riparo dal robot, ti consigliamo di optare per un robot con filo. Il filo ti permette di selezionare accuratamente gli spazi da tutelare, senza lasciare questa “decisione” all’intelligenza artificiale della macchina e ai suoi sensori, che ovviamente si basano su parametri puramente quantitativi.

Se invece hai un prato verde semplice, senza particolari ostacoli, senza passaggi stretti senza particolari aree da proteggere e ben delimitato, il robot senza filo potrebbe essere la soluzione adeguata: basta appoggiarlo a terra ed è già pronto per svolgere la sua preziosa funzione.

Altre caratteristiche fondamentali da prendere in considerazione sono la dimensione massima di prato e la pendenza. Entrambe le specifiche influiscono in modo rilevante sul prezzo della macchina, ma è importantissimo scegliere un robot con i giusti attributi, proporzionati a quelli del vostro spazio verde.

La dimensione massima di prato è l’indicatore che mostra quale sia l’ampiezza massima gestita dal robot che vuoi acquistare: le tipologie in commercio coprono superfici da un centinaio di metri quadrati fino a svariati km. Ovviamente il costo dello strumento cresce proporzionalmente all’accrescimento degli spazi.

L’altro parametro fondamentale è la pendenza. I robot tagliaerba sono progettati per gestire bene i dislivelli, operando anche su terreni in salita ed in discesa. La pendenza tollerata da ciascun modello è chiaramente indicata sulla confezione e va da 20-25% degli esemplari base al 45-50% di quelli più evoluti. Se vuoi qualche informazione in più, puoi leggere il nostro articolo sui migliori robot tagliaerba per le forti pendenze.

Quanto costa un robot tagliaerba

I robot tagliaerba costano in genere tra i 600 euro per i modelli base, pensati per giardini piccoli e semplici, fino a salire fino a circa 5000 e oltre per giardini ampi e complessi.

In confronto a dei tosaerba a spinta, elettrici o a scoppio, che possono costare anche meno di 100 euro, sembra in apparenza una spesa elevata.

Ma considerando i tempi e i costi del tagliare ogni settimana l’erba personalmente, o del farla tagliare al giardiniere, l’investimento iniziale in un robot tagliaerba ha davvero senso!

Un robot tagliaerba infatti permette di avere un prato in perfetta manutenzione con una spesa minima. Il consumo energetico è di circa 10-50 euro a stagione, e la macchina richiede pochissima manutenzione.

Se poi si va a considerare i costi di acquisto, utilizzo e mantenimento di un trattorino tagliaerba, i benefici dell’utilizzo di un robot tosaerba sono ancora più evidenti. E questo senza neanche contare il tempo risparmiato e la migliore qualità di taglio del prato!

Conclusioni

I robot tosaerba sono uno strumento pratico e sicuro. Ti permettono di avere un prato curato ed ordinato nonostante la frenesia della vita moderna.

Se ti mancano tempo e passione per la manutenzione del giardino, ma non vuoi rinunciare a rendere il tuo verde davvero accogliente, acquistare una di queste macchine potrebbe essere la soluzione vincente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *