Sicurezza: allarmi, antifurti e telecamere

Come estendere il range delle telecamere Arlo

Le telecamere per videosorveglianza Arlo sono tra le più diffuse e le più apprezzate per la loro facilità di installazione e di utilizzo.

Uno dei dubbi e dei problemi che però sorgono in certi casi è il raggio d’azione del segnale wireless.

Le telecamere Arlo (di cui io possiedo la versione Pro 2), sono telecamere wireless a batteria che si connettono ad una base (a parla la Arlo Q), che a sua volta viene collegata alla rete tramite un cavo Ethernet connesso al router di casa. Questo significa che la base dovrà essere posizionata vicino al router.

Considerando che il range dichiarato tra telecamera e base si aggira attorno ai 90 metri in condizioni ottimali (no ostacoli – no interferenze), ma che si riduce di molto appena ci sono muri spessi da superare (esperienza personale), è chiaro che potrebbe essere difficile riuscire a posizionare le telecamere come vogliamo noi.

Chi ha una casa grande, oppure chi abita in un condominio e vuole sorvegliare sia la propria abitazione che il garage diversi piani sotto, probabilmente si trova in questa situazione.

Ci sono però due cose che possiamo fare per ottimizzare o aumentare il campo del segnale Arlo e posizionare così le telecamere dove desideriamo:

  • Posizionare la base in un punto migliore, tramite un range extender, un adattatore Powerline o semplicemente con un cavo Ethernet.
  • Aggiungere una seconda base Arlo

In questo articolo vi spiegherò come fare entrambe le cose.

Come aumentare la flessibilità nel posizionamento della Base Arlo

Range extender

Range Extender

Il Range extender è un dispositivo che consente di estendere il segnale wi-fi del tuo router a zone della casa con scarsa copertura. In questo caso però a noi interessa usare il suo attacco per collegarci la base Arlo tramite Cavo Ethernet.

Questo significa che non saremo più costretti a posizionare la base vicino al router (che magari è lontano o decentrato da dove vogliamo installare le telecamere) ma potremo metterlo in una posizione con più ricezione. Il range extender fa da ripetitore del segnale wifi, e va quindi posto in un punto ancora ben coperto dalla rete principale.

Adattatore powerline

Coppia di adattatori powerline

L’adattatore Powerline è un dispositivo che a differenza del range extender utilizza la rete elettrica domestica per trasmettere le informazioni. In pratica con due di questi dispositivi, uno collegato al router, l’altro collegato alla base nella zona prescelta per il posizionamento, riusciremo a collegare base e router da un capo all’altro della casa.

Schema funzionamento rete powerline

Questa soluzione ha quindi il vantaggio di non dipendere dalla copertura del segnale del router.

Cavo Ethernet

Cavo Ethernet

Se avete una casa ben cablata con cavo Ethernet sarà veramente semplice posizionare la base Arlo nel punto più conveniente. Questa soluzione è tra l’altro la più stabile e sicura.

Oppure, se non avete già tirato i cavi ethernet in giro per la casa potete sempre chiamare un elettricista che vi faccia il lavoro specifico, solo per portare il segnale dal router alla posizione prescelta (valutatela bene quindi).

Aggiungere una seconda base Arlo

Base Arlo VMB4000

Le soluzioni che vi ho appena indicato sono ottime se il vostro unico problema è avere il router lontano dalle telecamere, quando queste sono però più o meno nella stessa zona.

Se invece avete l’esigenza di monitorare zone piuttosto distanti tra loro, come può succedere in una casa grande o in un condominio, anche spostare la base in un punto equidistante dalle telecamere (tenendo conto anche degli ostacoli) potrebbe non essere sufficiente. Spesso i diversi muri che si vanno a porre tra telecamere e base rendono impossibile questa configurazione.

In questo caso, utilizzando sempre una delle tre soluzioni di prima, è possibile installare una seconda base Arlo. Immaginate quindi una casa molto grande. La prima base la si attacca al router ad un angolo della casa con le telecamere che riprendono per esempio l’ingresso. La seconda base, per le telecamere dalla parte opposta della casa che riprendono il giardino sul retro, viene invece collegata sempre con un cavo ethernet connesso a un range extender un adattatore powerline o alla rete ethernet cablata.

Per essere abilitati all’utilizzo di due basi Arlo per lo stesso account è però necessario essere abbonati ai piani Arlo Smart a pagamento.

È anche possibile collegare le due basi a due diverse reti, per esempio una rete di casa e una per il giardino. In questo caso per fare in modo che la configurazione vada a buon fine bisogna assicurarsi che lo smartphone/tablet/computer sia connesso alla stessa rete a cui vogliamo collegare la base Arlo.

A questa pagina vengono descritte le funzionalità aggiuntive e i corrispettivi prezzi dei piani Arlo Smart.