Recensioni,  Robot Aspirapolvere

Recensione Ecovacs Deebot Ozmo T9

Chi segue con attenzione il mondo degli aspirapolvere robot, sa che negli ultimi due anni il progresso tecnologico ha trasformato questi dispositivi da semplici aiutanti a veri e propri robot intelligenti in grado di lavorare in completa autonomia. 

Non solo perché sono sempre più efficienti nella pulizia, ma anche perché diventano sempre più abili nel navigare attorno agli ostacoli presenti sui pavimenti delle nostre case.

Su questa scia di avanzamento tecnologico, Ecovacs ha recentemente introdotto un nuovo modello nella sua serie T, che è attualmente la linea top di gamma dell’azienda cinese. Si tratta del Deebot T9, che va a migliorare o modificare alcune caratteristiche del modello precedente T8 AIVI. Anche se l’assoluta novità, probabilmente comunque molto meno innovativa ed interessante, sta nel fatto che il T9 è in grado di profumare gli ambienti in cui lavora. 

Vediamo allora quali sono le caratteristiche del nuovissimo Deebot T9. 

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni: 35.3 x 9.4 x 9.4 cm; 3.57 Kg
  • Potenza di aspirazione: 3000 Pa
  • Capacità del contenitore raccogli-polvere: 420 ml
  • Capacità del serbatoio OZMO per l’acqua: 180 ml
  • Superficie massima consigliata: 300mq
  • Batteria: agli ioni di litio da 5200mAH
  • Autonomia: 175 – 300 min
  • Tempo di ricarica: 6.5 ore
  • Rumorosità massima: 67dBA

Navigazione e mappatura

Grazie alla torretta con sensore LiDAR e la tecnologia di navigazione TrueMapping 2.0, il Deebot T9 naviga in modo intelligente seguendo il classico percorso a rette parallele dei robot avanzati, in modo da garantire una copertura totale ed efficiente degli ambienti di casa. Questa tecnologia gli consente di registrare una mappa 3D dell’ambiente e di muoversi più agevolmente negli spazi stretti e pieni di ostacoli come tra le gambe di sedie o di altri mobili, indipendentemente dalle condizioni di luce, anche in totale oscurità.

Ricordarsi che al primo ciclo di pulizia il robot dovrà creare la mappa della vostra casa, ed è bene pertanto lasciare tutte le porte aperte in modo che non incontri ostacoli per il completamento della mappa. 

Rilevamento oggetti

In combinazione alla TrueMapping 2.0, il Deebot T9 implementa anche la tecnologia TrueDetect 3D 2.0, migliorata dal precedente Deebot T8, che serve a riconoscere ed evitare oggetti sparsi sul pavimento. Questa tecnologia è basata su laser ad alta precisione posizionati frontalmente che riescono a rilevare oggetti di forme complesse come giocattoli, escrementi di animali, cavi, pantofole, chiavi e via dicendo. Questi laser 3D frontali sono particolarmente utile per evitare tutti quegli oggetti che sono troppo bassi per essere rilevati dal sensore LiDAR posto sulla torretta, o troppo leggeri per far attivare il sensore semovente frontale. 

Nel seguente video si può osservare il confronto tra Ecovacs 950, T8 AIVI, T8 con True Detect 3D, dove quest’ultimo è evidentemente più efficace nel rilevare gli ostacoli e a girarci attorno senza toccarli. E con la versione 2.0 introdotta con il Deebot T9 ci si può aspettare una prestazione ancora migliore.

Venendo meno la telecamera, si va a perdere chiaramente anche la possibilità di accedere allo streaming video che, oltre al riconoscimento degli oggetti, mi risulta sia l’unica funzione che differenzia le due tecnologie nella pratica. Tuttavia, sebbene lo streaming sia una caratteristica interessante e utile in alcuni casi, non si può certo dire che sia una funzione fondamentale nella pulizia di un ambiente.

Personalmente preferisco la tecnologia laser anche dal punto di vista della privacy, visto che per quanto queste aziende ci dicano che i dati siano accessibili solo dagli utenti autorizzati, il dubbio comunque rimane. Con il True Detect 3D il problema è certamente meno significativo rispetto ad avere una telecamera che gira autonomamente per casa e riprende tutto. Poi sarà comunque da vedere se Ecovacs vorrà continuare a sviluppare la tecnologia con videocamera in un ipotetico Deebot T9 AIVI e se riuscirà a renderla effettivamente più utile ed avanzata della soluzione a laser. Per approfondire l’argomento puoi leggere questo articolo dove avevo già parlato delle diverse tecnologie di navigazione e mappatura.

Aspirazione e pulizia

Con questo robot, Ecovacs ha dichiarato di voler creare un dispositivo in grado di raccogliere tutta la polvere che si annida nelle aree in cui è più difficile pulire: tappeti e fessure del pavimento. Infatti con 3000 Pa di potenza di aspirazione, va a raddoppiare la potenza del T8 AIVI. 

Non solo quindi si tratta di un ottimo aspirapolvere per quanto riguarda parquet, tappeti o pavimenti duri in generale, ma anche per chi ha per esempio un pavimento in cotto, normalmente caratterizzato da fessure più o meno profonde tra una mattonella e l’altra. 

Nel lavaggio il Deebot T9 riesce a rimuovere anche lo sporco più secco e tenace, grazie all’innovativa tecnologia OZMO Pro 2.0, che consiste in un panno montato su una piastra vibrante a 480 vibrazioni al minuto. 

Il panno vibrante è una delle ultime novità nel mondo degli aspirapolvere e lavapavimenti robot. Sarà infatti una delle caratteristiche del nuovissimo Roborock S7 (che però ha in più anche un’interessante funzione di auto-sollevamento della piastra al passaggio su tappeti), e insieme alla regolazione elettronica del flusso d’acqua (già presente da un paio d’anni e ormai anche su robot più economici), andrà a costituire il nuovo standard nei lavapavimenti di fascia premium nel 2021. 

Profumazione degli ambienti

Come ho detto all’inizio, l’assoluta novità introdotta con il Deebot T9 consiste nel fatto che mentre lavora può rilasciare anche una fragranza per profumare gli ambienti. Nella parte posteriore del robot è infatti stato ricavato un alloggiamento dove è posizionata una capsula contenente la fragranza, che viene diffusa in modo uniforme da una ventola. In questo modo è in grado profumare i pavimenti e quindi l’ambiente in generale. 

Queste capsule devono essere sostituite periodicamente, ed Ecovacs sostiene che una capsula possa durare fino a 60 giorni. In ogni caso, tramite app sarà possibile anche attivare o disattivare il diffusore in modo da aumentare la durata della capsula. Una funzione che per alcuni utenti potrebbe essere molto interessante, per esempio se per qualche motivo si hanno odori sgradevoli in casa (in questo caso però consiglio sicuramente prima di tutto di capire l’origine dell’odore ed eventualmente utilizzare anche un purificatore d’aria o un generatore di ozono se si tratta di odori ostinati).

Resta da valutare se sul lungo periodo i vantaggi di una simile funzione possano diventare un must negli aspirapolvere robot, o se si tratti invece di un altro modo per aumentare il fatturato, andando ad aggiungere un nuovo componente da acquistare periodicamente. Il prezzo di 3 capsule si aggira intorno ai 25 euro. Quindi si parlerebbe di un costo di circa 50 euro l’anno per sfruttare in pieno questa nuova funzione. Ognuno valuti secondo i propri gusti ed esigenze.

Funzioni app

Anche la app è stata aggiornata ed ora è possibile visualizzare la mappa sia in versione 2D che 3D, completa di modelli di mobili, come tavoli, sedie e divani. Non vengono riprodotti i mobili reali, ma il robot rilevando e riconoscendo il tipo di mobile e il suo ingombro, è in grado di posizionarlo nella mappa dove verrà visualizzato come un modello precaricato. Poi che questo apporti degli effettivi vantaggi nell’utilizzo di tutti i giorni è ancora da verificare.

Oltre a queste novità, l’app Ecovacs Home permette di accedere a tutte quelle funzioni che hanno già contribuito all’ottima reputazione di Ecovacs anche nel controllo da remoto. Si può infatti selezionare la potenza di aspirazione, la quantità d’acqua che viene rilascia, e infine si ha la possibilità di creare orari di pulizia a seconda delle aree di lavoro. 

Ovviamente anche questo modello di Ecovacs è compatibile con gli assistenti vocali Alexa e Google Assistant.

Barriere virtuali

In linea con i modelli precedenti di Ecovacs e con i modelli di altri marchi su questa fascia di prezzo, con il T9 è possibile creare barriere virtuali tramite app. Una caratteristica che ormai davvero non può mancare, anche per quanto riguarda la distinzione tra aree off limits e no-mop zones, che servono ad evitare i tappeti, o altre aree sensibili, quando è attivo il lavaggio con il panno. 

Svuotamento polvere automatico

Un altro trend piuttosto significativo degli aspirapolvere robot è quello che riguarda lo svuotamento automatico della polvere. Già presente con il T8 AIVI, sempre più impiegato anche da iRobot e presto disponibile anche con i Roborock o su modelli più economici come il Proscenic M6 Pro, anche il T9 è dotato di una stazione di svuotamento automatico con un sacchetto da due litri. 

In cosa consiste il vantaggio? Nel fatto che si può evitare di mettere le mani sul robot anche fino a 30 giorni. Cosa che, indipendentemente dal livello di pulizia che il robot garantisce, ci avvicina sempre di più all’idea della pulizia automatizzata, che è la promessa principale dei robot aspirapolvere. Questo solo considerando l’aspirazione. Per il momento infatti, almeno la pulizia del panno e il riempimento del serbatoio dell’acqua dovranno ancora effettuati manualmente, ogniqualvolta si utilizzi la funzione lavaggio.

La stazione di svuotamento del T9 è compatibile anche con i modelli T8 e N8 ed è acquistabile separatamente. Se già si possiede un T8 è pertanto possibile fare l’upgrade solo del robot, senza acquistare una nuova stazione. 

Pro e contro

Pro

  • Naviga in modo intelligente negli ambienti
  • Non si incastra nei cavi e evita gli oggetti sparsi sul pavimento
  • La tecnologia True Detect 3D 2.0 è al momento più efficace della tecnologia AIVI per evitare gli ostacoli
  • Potenza di aspirazione molto elevata
  • Profuma gli ambienti
  • È compatibile con la stazione di svuotamento automatico

Contro

  • A differenza del T8 AIVI, non si può accedere allo streaming della telecamera. Niente di grave, considerando che questa limitazione non compromette la pulizia e l’efficienza del robot

Considerazioni finali

Il Deebot T9 è una bella novità nel mondo degli aspirapolvere robot. È silenzioso, efficiente e intelligente più dei modelli precedenti e al pari di altri robot su questa fascia di prezzo. 

È probabilmente uno dei robot aspirapolvere migliori del 2021, e con un prezzo inferiore al T8 AIVI si ha un prodotto ancora più performante, per chi ha superfici grandi, possibilmente con ostacoli e oggetti a terra, e che vuole la massima autonomia di funzionamento.

Insomma, un robot per chi cerca qualcosa di potente, all’avanguardia, e in grado di lavorare senza interferire con la nostra vita di tutti i giorni. 

ECOVACS DEEBOT T9 (Novità 2021): Robot aspirapolvere con funzione Swipe
  • PULIZIA PREMIUM: Con la tecnologia più recente, T9 entra in ogni angolo. Grazie a TrueDetect 3D 2.0, può rilevare gli...
  • PRECISIONE PERSONALIZZATA: Controlla la tua pulizia personale, ovunque tu sia, con l'app aggiornata ECOVACS HOME. La...
  • EFFICIENTE PER IL PAVIMENTO COMPLETO: T9 spazza, aspira e pulisce qualsiasi tipo di pavimento grazie alla sua funzione...